Manca pochissimo alla Pasqua e per buona parte degli italiani è già arrivato il momento di cercare l’uovo di cioccolato, indispensabile per i pranzi di questi giorni.

Ogni anno, infatti, Pasqua è un’occasione per gustare dolci e prelibatezze senza sentirsi troppo in colpa.

La tradizione di regalare Uova di Pasqua nasce nell’antichità come simbolo di rinascita e ad oggi questa forma tradizionale è stata traslata in un dolce amato da tutti!

Con l’età dei consumi l’uovo di cioccolato è diventato per lo più di produzione industriale.
Gli scaffali dei supermercati sono pieni di colorate ed economiche Uova di Pasqua.
Si tratta però di prodotti industriali, molto diversi da quelli creati dai maestri pasticceri che tengono viva la produzione artigianale.

Durante il periodo pasquale molti pasticceri creano delle vere e proprie opere d’arte decorando la base o la struttura stessa dell’uovo, c’è anche chi sperimenta nuovi gusti o ne assembla di diversi per rendere ancora più originale questo prodotto.

Se si regala del cioccolato che almeno che sia buono e di qualità. Ma non sempre è così facile scegliere!
Scopriamo insieme come e perché scegliere un Uovo di Pasqua artigianale.

Passione e Impegno

uovo di pasqua artigianaleNelle uova di Pasqua artigianali la differenza con un prodotto industriale si vede subito!

Nell’uovo industriale i dettagli sono sempre poco definiti, in modo da poterlo estrarre facilmente dallo stampo.

Nelle creazioni artigianali invece i dettagli sono sempre marcati e nitidi, ricchi di rientri e scanalature, tutto ciò naturalmente fa sì che sia necessaria molta attenzione e cura per estrarre i soggetti dagli stampi.

Per la realizzazione di alcune uova di Pasqua artigianali vengono inoltre utilizzati anche fino a tre tipi di cioccolato diversi nello stesso stampo.
Per farlo bisogna però avere una mano precisa per riempire i dettagli senza sbavature, ed inoltre bisogna fare raffreddare lo stampo tra un tipo di cioccolato e l’altro.

Fondente, al latte o bianco?

uovo di pasqua artigianaleLo storico dualismo del gusto non ha vincitori: è vero, sono buoni entrambi i cioccolati.
Ma seguono regole di qualità diverse.

Gli amanti del fondente non hanno certamente dubbi: lo prediligono al cioccolato al latte!
È un tripudio di felicità per chi apprezza sentire quel sapore amaro, deciso e unico.
Per essere definito tale, questo cioccolato deve contenere una percentuale almeno del 45% di pasta di cacao e altre precise caratteristiche.

Dall’altra parte, invece, ci sono coloro che amano l’uovo di Pasqua al cioccolato al latte.
È sicuramente più dolce e adatto ai più piccoli ma non solo!

Ma, per i più golosi e amanti dello zucchero, esiste anche la versione al cioccolato bianco.
Ha un gusto decisamente molto dolce: viene lavorato in modo particolare, diverso sia dal latte, sia dal fondente. Si prepara con burro di cacao, zucchero e derivati del latte.

Sostanza o apparenza?

L’uovo di Pasqua è proposto in tutte le possibili varianti di cioccolato e purtroppo viene spesso confezionato con ingredienti o lavorazioni di scarsa qualità, privilegiando l’appeal della https://www.bombonette.com/uova-pasqua-riciclare-cioccolata-rimasta/sorpresa contenuta o della sgargiante confezione.

Per gli amanti del cioccolato, la sorpresa è secondaria. Chi vuole scegliere del buon cioccolato in forma di uovo può iniziare fare attenzione a questi tre elementi:

  • più breve è la lista degli ingredienti, migliore sarà il prodotto. Regola che vale per ogni alimento preparato;
  • deve essere fatto con pasta di cacao, burro di cacao e zucchero, più latte in polvere per quello al latte;
  • se nella lista degli ingredienti ci sono oli o grassi vegetali diversi dal burro di cacao abbiamo un cioccolato non di eccelsa qualità.

Gli ingredienti, quando sono ben scelti, consentono di ottenere prodotti di incomparabile raffinatezza. Per questo motivo, prima di acquistarli, vale la pena prestare attenzione non solo al prezzo, ma anche all’etichetta.

Spesso, infatti, nei prodotti industriali il tradizionale burro di cacao viene sostituito con altri oli o grassi di qualità inferiore che, così come gli aromi e gli additivi aggiunti, trasformano l’uovo di Pasqua in un vero e proprio surrogato dell’originale.

Sono invece indice di qualità un’elevata percentuale di cacao, l’assenza di oli o grassi vegetali, e un contenuto di zucchero inferiore alla media.

E la confezione?

uovo di pasqua artigianaleL’attenzione ai dettagli non può mancare nemmeno qui.

Nonostante si prediliga la qualità del prodotto, per presentare un uovo di pasticceria in modo adeguato è importante scegliere la giusta confezione.

Le Uova di Pasqua possono essere infatti ulteriormente abbellite da confezioni pasquali originali, eleganti e dai colori primaverili, perfette per dare al prodotto il rilievo che merita.
I Portauovo di cartone colorati o plastificati di Bombonette, disponibili in diversi colori e dimensioni, sono ottimi prodotti che consentono di arricchire la creazione e stupire il destinatario.

Ora, come ogni anno, rimane solo una questione da risolvere… quale scegliere?