Il gelato è una passione che accomuna quasi tutti gli italiani: piace al 95% della popolazione del Bel Paese, che non rinuncia a questo mix di gusto e freschezza nelle calde giornate estive.

In effetti è quasi impossibile resistere alla tentazione con decine di gelaterie ad ogni angolo delle città, che propongono centinaia di gusti nuovi ed invitanti.
Se poi lo confezionano nei contenitori Bombonette, diventa ancora più difficile dire di no a questa leccornia!

gelatoMa cos’è che rende il gelato così irresistibile? Il suo sapore dolce, la sua freschezza, la sua consistenza cremosa o il fatto che ci fa tornare un po’ bambini?

È la combinazione di questi quattro elementi, un’esperienza multisensoriale comune a tutti i consumatori di gelato, che produce gioia e benessere.

Mangiare il gelato rende felici: non è solo un modo di dire, è stato dimostrato da diversi studi scientifici, secondo cui questa prelibatezza attiva i centri del piacere nel cervello, al pari di una vincita di denaro.

Conosciamo meglio allora questa pietanza, e vediamo nello specifico:

  • Origini del gelato
  • Quali sono i gusti più amati

Origini del gelato

Non è facile affermare con certezza quando e da chi sia stato inventato il gelato.

Secondo alcuni le prime tracce si possono trovare nella Bibbia, dove si narra di Isacco, che offrì ad Abramo latte di capra mischiato con della neve.
Secondo altri, invece, la paternità del gelato è da attribuire ai Romani, famosi per le loro “nivatae potiones”, dei dessert freddi, ottenuti miscelando la neve raccolta durante l’inverno con altri ingredienti, come frutta e miele.

Ma per trovare un alimento simile al gelato che conosciamo noi oggi bisogna aspettare il Cinquecento, quando a Firenze l’architetto Bernardo Buontalenti inventa il primo “gelato” moderno, usando latte, panna e uova.

gelato

Altro nome italiano legato alla nascita del gelato è quello del palermitano Francesco Procopio dei Coltelli: dopo essersi trasferito a Parigi, presso la corte del Re Sole, aprì la prima gelateria della storia e creò il gelato cremoso grazie ad una rudimentale gelatiera.
Metteva acqua, zucchero e succhi di frutta in una ciotola di metallo, che poi veniva inserita in un recipiente di legno contenente sale grosso e ghiaccio.
A questo punto faceva roteare il recipiente metallico in senso orario, mentre un suo assistente raschiava dalle pareti i piccolissimi cristalli di ghiaccio che mano a mano si formavano: ecco creato il primo gelato cremoso.

Il vero successo arriva in realtà quando il gelato sbarca in America alla fine del XVIII secolo, grazie a Filippo Renzi: la sua gelateria ebbe un riscontro inimmaginabile, che portò alla rapidissima diffusione di questo alimento e all’invenzione di nuovi strumenti, come la sorbettiera a manovella, e di nuovi gusti.

Oggi il gelato è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, e viene spesso consumato tra le mura domestiche.
Per questo motivo negli ultimi anni sono stati creati prodotti e soluzioni ad hoc per mantenerne intatti gusto e consistenza anche durante il trasporto dalla gelateria a casa propria, come le vaschette isotermiche per gelato Bombonette.

Quali sono i gusti più amati

Scoperte le origini, vediamo quali sono i gusti di gelato più amati, in Italia e nel resto del mondo.

gelatoIn Italia, nonostante la vasta scelta di gusti e la continua creazione di nuovi accostamenti, i gusti più amati li troviamo tra i grandi classici.

Al primo posto c’è il cioccolato, amato da grandi e piccini, con il 27% delle preferenze; sul podio anche il gusto nocciola (20%) e limone (13%).
Al quarto posto troviamo il gusto fragola (12%), poi a seguire crema, stracciatella e pistacchio.

In generale in Italia le creme sono più apprezzate dei gusti alla frutta.

Negli Stati Uniti, nazione che consuma più gelato in assoluto, il gusto più amato è la vaniglia, seguito sorprendentemente dal gusto te verde e dal classico cioccolato.
Inoltre gli americani amano guarnire il gelato con il topping, sciroppo a vari gusti da mettere sulla sommità del gelato, al posto della nostra amata panna montata.

In Europa, invece, i nostri vicini di casa francesi amano vaniglia, cioccolato, caffè e menta, al pari dei tedeschi, che in più apprezzano anche fragola e stracciatella.
In Inghilterra invece sono molto amati cioccolato, malaga (ovvero rum e uvetta) e vaniglia, infine gli svedesi apprezzano tantissimo il gusto liquirizia.

bombonette granfreddoIndipendentemente dai gusti scelti, importanti sono la qualità delle materie prime utilizzate per produrre il gelato e la qualità degli “accessori”, come coni, cialde, coppette e ovviamente vaschette e contenitori per il trasporto.
Per questo vi consigliamo i prodotti per gelato Bombonette!