La Fase 2 è iniziata da qualche settimana e le attività, dopo essersi organizzate con il take away e le consegne a domicilio, stanno lentamente riaprendo al pubblico e tornando alla “normalità”.

Ovviamente occorre adeguarsi ai nuovi standard di sicurezza, per garantire luoghi di lavoro sicuri sia per il personale che ci lavora che per i clienti.

Ma molti titolari hanno ancora dei dubbi su quali siano le regole da seguire, da quelle generiche a quelle più specifiche.

Cosa occorre fare, quindi, per riaprire la propria attività in sicurezza?
Ecco i consigli di Bombonette su misure e protocolli da rispettare.

Pulizia e sanificazione degli ambienti

fase 2Prima di riaprire l’attività occorre sanificare i locali, cioè pulirli ed igienizzarli con prodotti sanificanti.

Una volta ripresa l’attività, la pulizia deve essere effettuata almeno due volte al giorno, ovvero prima di aprire e durante la pausa.
La pulizia quotidiana deve riguardare tutti gli ambienti del locale, con particolare attenzione per i servizi igienici e per le superfici maggiormente impiegate, come tavolini, bancone, dispositivi touch…
Quest’ultime è bene pulirle molto spesso, ogni qual volta vengono toccate o utilizzate.

Ogni dipendente/lavoratore dovrebbe provvedere alla pulizia della propria postazione a fine turno, usando i detergenti messi a disposizione dal titolare.

Altro aspetto da non dimenticare è l’areazione dei locali: occorre garantire una buona areazione naturale e un ricambio d’aria frequente.
Prima della riapertura bisogna cambiare i filtri dell’aria condizionata, tenendoli sempre ben puliti.

Dispositivi di sicurezza

fase 2Tutto il personale deve avere mascherine e guanti monouso, forniti dal titolare.
Le mascherine più indicate sono le FFP2 e FFP3 senza valvola e le mascherine chirurgiche, che permettono di assorbire l’esalazione del respiro, non rilasciandolo all’esterno.

Anche i clienti dovrebbero indossare la mascherina per entrare nel locale, l’idea in più è che sia l’attività a fornirla, magari brandizzata con il proprio logo.
Lo stesso consiglio vale per i guanti monouso: il negozio può fornirli ai clienti che ne sono sprovvisti.
Inoltre all’ingresso del locale è utile mettere un dispenser di gel igienizzante o disinfettante e invitare tutti i clienti (anche quelli provvisti di guanti) ad utilizzarlo.

fase 2Il gel igienizzante è bene posizionarlo anche vicino alla cassa, accanto ai sistemi di pagamento, e sul bancone, superficie di appoggio spesso toccata da personale e clienti.

Alla cassa è molto utile posizionare un Pannello divisorio da banco, come quello prodotto da Bombonette.
In metacrilato trasparente di 3 mm di spessore, dotato di un comodo foro centrale per lo scambio di oggetti e denaro, è molto versatile e adatto ad ogni tipo di esercizio commerciale.

La nostra barriera parafiato impedisce il contatto diretto, prevenendo anche il possibile scambio di batteri mediante saliva, starnuti, tosse, aria.
Ha una struttura stabile e robusta, è facile e veloce da montare grazie ai piedi ad incastro, senza la necessità di installazioni permanenti attraverso viti, cavi o particolari collanti.
Il materiale utilizzato è infrangibile, riciclabile, resistente agli urti e facile da pulire.

In ogni caso è preferibile favorire l’utilizzo di sistemi di pagamento digitali e contactless, per ridurre al minimo le occasioni di contatto diretto.

Organizzazione degli spazi

fase 2Altro aspetto da non sottovalutare è l’organizzazione degli spazi interni ed esterni (se previsti) del locale.

All’interno l’obiettivo è evitare la formazione di assembramenti: per farlo è bene comunicare ai clienti in modo chiaro, all’ingresso del locale, tutte le norme da rispettare in merito a distanze da mantenere ed eventuali percorsi obbligati.

Per aiutarli si può utilizzare un’apposita segnaletica e cartellonistica, che ricorda l’importanza del distanziamento di almeno un metro tra clienti e tra lavoratore e cliente: si possono applicare dei bollini adesivi sul pavimento, anche in questo caso brandizzati.

Occorre poi rivedere la disposizione dei tavoli, se presenti: bisogna rispettare la distanza minima stabilita dalle varie ordinanze regionali, per garantire il passaggio in sicurezza del personale.

 

Ora avete tutte le informazioni per riaprire in sicurezza la vostra attività.
Buon lavoro a tutti!