La cheesecake è uno dei dolci più conosciuti e amati, sia in Italia che all’estero.

Ne esistono infinite varianti, ma tutte hanno in comune una base fatta con biscotti secchi sbriciolati e burro, una farcia di crema al formaggio e una copertura a piacere (frutta, cioccolato…).

Dolce tipico del mondo anglosassone, come il nome lascia intuire, in pochi però conoscono la storia e le origini della ricetta originale.

Scopriamo allora dove e come è nata la cheesecake.

Le origini della Cheesecake

storia cheesecakeMolti sono convinti che la ricetta originale sia nata negli Stati Uniti, ma non è così.

La cheesecake nasce in Europa, nello specifico le prime tracce di questo dolce risalgono all’Antica Grecia.

Fonti storiche raccontano di come già durante le Olimpiadi del 776 a.C. gli atleti dell’isola di Delos usavano rifocillarsi con una torta a base di miele e formaggio di pecora, pasto energetico e calorico.

Inoltre Callimaco racconta che nello stesso periodo – ottavo secolo avanti Cristo – in Grecia viveva Egimio, un tale che aveva dedicato il suo tempo a scrivere un manuale in cui spiegava l’arte di fare le torte al formaggio.

Successivamente i Romani modificarono la ricetta, creando il dolce denominato “placenta”: due dischi di pasta con al centro del formaggio dolce, così lo descrive Catone il Censore nella sua opera De Agri Cultura.

Dall’Antica Grecia al Nuovo Mondo

storia cheesecakePoco si sa su come la torta al formaggio sia stata tramandata dal mondo antico a quello moderno.

Sicuramente l’espansione dell’impero romano fece propagare la ricetta in tutta Europa: divenne un dolce così diffuso da diventare la torta simbolo degli esperantisti, un gruppo di persone accomunate dall’uso dell’Esperanto, lingua antica creata per unire i popoli e facilitarne il dialogo.

Ma quando compare in America?

La versione moderna della cheesecake, con base croccante e crema al formaggio, nasce a Philadelphia nel 1872, ad opera del produttore lattiero-caseario James L. Kraft.

Il lattaio, tentando di riprodurre il famoso formaggio francese Neufchatel, ottenne una crema al formaggio altrettanto gustosa, diventata poi famosa in tutto il mondo con il nome di Philadelphia.

Questo formaggio spalmabile divenne l’ingrediente principale della moderna cheesecake, che si diffuse velocemente negli Stati Uniti e nel mondo anglosassone.

La Cheesecake oggi

storia cheesecakeOggi la cheesecake è diffusa in tutto il mondo, in tantissime varianti: cotta e non, dolce e salata, con e senza glassatura.

La celebre cheesecake newyorkese, ad esempio, viene cotta in forno e prevede l’impiego di zucchero, uova e crema di latte per il ripieno.

Inoltre è caratterizzata da una glassatura fatta con panna acida, semi di vaniglia e zucchero a velo, che, dopo la doratura in forno, viene sormontata da scaglie di cioccolato o frutta.

In Asia, invece, si usano ingredienti tipici del posto, come la polvere di tè matcha, il latte, il mango e lo zenzero.

In Europa ne poi esistono infinite versioni: dalla cheesecake al Baileys tipica dell’Irlanda, a quella con il formaggio skyr tipica dell’Islanda, passando per la cheesacake polacca a base di formaggio twarog e uva sultanina.

In Italia invece spesso si sostituisce il formaggio spalmabile con la ricotta fresca e si fa addensare il composto con l’aggiunta di colla di pesce e la permanenza del dolce in frigorifero per diverse ore.

bombonette portatorte scrignoChe sia cotta o non cotta, l’importante è utilizzare scatole e confezioni adatte al trasporto di questo dolce, famoso anche per la sua altezza.
Il Portatorte Scrigno di Bombonette, ad esempio, con i suoi 12 cm di altezza garantisce capienza e robustezza, senza rinunciare a praticità, eleganza e ad un design moderno e squadrato.

Scopri tutti gli altri prodotti Bombonette e scegli il portatorte più adatto alle tue esigenze!